Mariella Mehr: Labambina, romanzo

Traduzione dell'originale tedesco "Daskind" di Anna Ruchat  

ISBN 88-89416-38-6   Prezzo: € 16.00

Editore Effigie 2006Collana: Stellefilanti

15x24 con risvolti, pp. 160

«La bambina si rifiuta di parlare, si chiude nel silenzio. Ed è anche una difesa contro le violenze che la società le riversa addosso. Questa bambina in realtà è il riflesso della stessa società in cui anche noi viviamo: soltanto nel nostro mondo la vita di una bambina come questa è possibile. Solo una società individualista come la nostra, dove ciascuno bada a se stesso, può esistere una bambina che ormai è una sorta di essere autistico, uno specchio da cui la bambina stessa non riesce a uscire se non uccidendo. Così possiamo dire che nella nostra società ogni vittima, se vuole liberarsi, è costretta a diventare anche carnefice. Ma il suo futuro, certo, non è roseo. Il comportamento degli adulti, la loro violenza, genera in lei altra violenza».       Estratto dell'intervista con Maurizio Cecchetti, Avvenire

Intervista "Avvenire"        Comprare in Internet

bullet

Zurück   In dietro